LA SANTA NELLA LOMBARDIA DEL 1620

zoom_in

Giovanni Antonio Magini (Padova 1555 – Bologna 1617) fu illustre astronomo e matematico. Come cartografo realizzò l’Atlante geografico d’Italia, che il figlio Fabio fece stampare dopo la sua morte nel 1620. L’atlante fu programmato per includere le mappe di ogni regione italiana con la nomenclatura esatta e le note storiche.
Qui abbiamo riportata la mappa della Lombardia pubblicata nel 1620 nella quale appare per la prima volta (per lo meno a nostra informazione) un toponimo relativo al nostro Comune : La Santa.
Non appare Villa San Fiorano che in questo inizio di ‘600 è ancora una realtà comunale ben più piccola della frazione monzese de La Santa.
Da notare il segno di un corso d’acqua in prossimità del toponimo, fra il Lambro e il torrente Molgora. L’ipotesi più probabile sia trattarsi della roggia Ghiringhella, anche se la sua origine dal Lambro è collocata decisamente troppo a Nord (vicino a Macherio), mentre più corretto è il suo esaurirsi presso Carugate (sede dei terreni da irrigare della famiglia Ghiringhelli ).