VILLASANTA NELLA BRIANZA DEL 1763

zoom_in

Paolo Antonio Sirtori fu illustre studioso delle vicende brianzole sulle quali pubblicò verso la metà del ‘700 la ricerca “Notizie della Brianza” nella quale appariva anche la carta ” Topografia del Monte di Brianza con sue parti limitrofe nel Ducato di Milano”. Per molti secoli infatti l’espressione più diffusa per chiamare la Brianza era “Monte di Brianza”, nel senso di “regione collinare chiamata Brianza”, dove “di Brianza” era complemento di denominazione.
Nella carta appaiono anche la Pieve di Vimercate e la Corte di Monza, appunto come parti limitrofe alla Brianza stessa, qui collocata più a Nord. A noi risulta così utile ed interessante stralciare il dettaglio del territorio villasantese.
Pur non avendo una restituzione nitida della carta, possiamo comunque identificare :
. Villa S.Fiorano con immediatamente sulla sinistra la Cascina della Santa;
. S.Alessandro 
con la Villa anche qui subito a sinistra;
. più a Nord la Cascina Erbona ( Casotto) e ancora sopra Sesto Giovane (ben poco leggibile)